Configurare l'accelerazione grafica 2D e 3D

Trovare la tua scheda video

A meno che tu non lo sappia già, hai bisogno di scoprire il nome della marca della scheda ed il suo modello. Questo può essere fatto usando il terminale con il comando:
lspci
Vedrai un output come nello screenshot che è qui sotto. Per tua comodità abbiamo evidenziato il testo VGA compatible controller . Possiamo ora notare che la scheda video presente sul computer è una Nvidia GeForce 6600GT.

lspci.png

Se preferisci non utilizzare la linea di comando, puoi installare un'applicazione chiamata HardInfo. Dopo averla installata, potrà essere aperta dal menù principale su System ToolsSystem Profiler and Benchmark.

hardinfo.png

Dal menù a sinistra, seleziona PCI Devices e poi seleziona VGA compatible controller dal menù a destra. Potrai trovare molte informazioni sulla periferica, non solo il suo nome e la marca ma anche quanta memoria possiede ed il modulo del kernel Linux che utilizza.

Intel

Funzionano bene sia con il 2D che con il 3D un gran numero di schede video Intel integrate. Intel fornisce supporto rilasciando per le sue componenti dei driver liberi.

NVIDIA

Il driver libero nouveau supporta i dual monitors. L'uscita TV funziona soltanto con le serie 7xxx di schede video e precedenti. Non è ancora presente l'audio per l'HDMI. L'accelerazione 3D è ancora da poco in sviluppo e non ancora pronta per un uso regolare, ed è inutilizzabile su Trisquel perché dipende da un modulo del kernel non libero. Per altre informazioni su questo driver, segui la pagina web: http://nouveau.freedesktop.org/wiki/

Il supporto sperimentale per la grafica 3D può essere abilitato tramite l'installazione del pacchetto libgl1-mesa-dri-experimental.

ATI/AMD

Il driver radeon driver, solitamente elencato tra i software liberi, dipende fortemente da un blob firmware non libero che quindi non è presente nel kernel linux-libre. Il supporto per le schede video ATI/AMD è scarso, senza accelerazione 2D/3D e problemi con l'impostazione.

Configurazione

Raramente gli utenti necessitano della configurazione manuale poiché X.org rileverà in automatico il tuo hardware e lo configurerà con le impostazioni più opportune. Tuttavia, la configurazione manuale è necessaria in alcune situazioni. La configurazione X.org è viene fatta salvando le modifiche su un file di testo chiamato "xorg.conf", che si trova in /etc/X11.

Per modificare il file, esegui dalla riga di comando gksudo gedit /etc/X11/xorg.conf oppure in trisquel Mini gksudo leafpad /etc/X11/xorg.conf, in questo modo il file verrà aperto con privilegi di root, a questo punto puoi fare le opportune modifiche e salvare il file.

Ci sono un grande numero di impostazioni per la configurazione, e questo manuale menziona soltanto quelli più importanti.

Revisioni

04/21/2012 - 12:29
Matsetes
04/01/2017 - 02:42
moby1984